LOWLANDS “Love Etc.” Harbour Song Records/Ird 2014

lowlands-love-etc

Dal 2007 ad oggi i Lowlands ne hanno fatta di strada. Anche in senso letterale. E giunti al loro sesto album con “Love Etc..”, uscito alla fine dello scorso ottobre, confermano di avere tutte le carte in regola per uscire dai confini della scena indie rock italiana. Edward Abbiati, leader e fondatore della band, con numerose e non brevi esperienze all’estero e collaborazioni con artisti internazionali tra cui con Chris Cacavas (ex Green On Red), possiede la grande abilita’ di comporre musica senza confini. La base della band e’ nel Pavese ma le influenze spaziano dall’America all’Inghilterra.

La leggenda narra che la lavorazione di “Love Etc…” e’ iniziata nel febbraio del 2014 quando Edward Abbiati e Roberto “Roby” Diana entrarono in uno studio di registrazione a Pavia per incidere la struttura base delle 12 canzoni che si pensava dovessero dar vita al nuovo album. Canzoni che narrano di amore e di vita quotidiana, con i suoi alti e bassi, di amici che scompaiono, di giornaliera sopravvivenza ma anche di gioie di tutti i giorni .

L’idea originale di “Love Etc.” era quella di un disco di folk con l’uso di una sezione fiati o di una marching band. Ma mentre si stava preparando per un concerto milanese la band si trovo’ composta da 14 elementi e cosi’ solo 5 delle precedenti 12 canzoni vennero scelte per il nuovo disco. Le altre vennero scritte ex novo considerando l’opportunita’ di avere a disposizione una band allargata. E quello che ne è uscito e’ un disco intriso di folk ma sostenuto da una robusta sezione fiati che rafforza i suoni della band senza mai intaccarne lo spirito originario.

Edward Abbiati

Edward Abbiati

L’iniziale “How Many”, e’ una splendida ballata che, grazie alla sezione fiati, colpisce diretto al cuore qualsiasi amante della musica folk rock americana. Ma la vera sorpresa arriva con la title track dell’album “Love Etc.”, uno strampalato valzer quasi waitsiano che mescola rock, soul e swing rivelandosi una delle gemme di questo disco oltre che dell’intera produzione della band.

“ I Wanna Be”, e’ un’altra straordinaria ballata folk di rara intensita’ emotiva come “You And I” o “Can’t Face The Distance”, che risentono maggiormente delle influenze del folk rock americano.

I Lowlands non avevano tuttavia alcuna intenzione di limitarsi all’interno dei confini di un genere: ed ecco “You, Me, The sky and The sun”, piu’ vicina a certe sonorita’ del folk rock inglese anni Ottanta che ritroviamo anche in “Wave Me Goodbye” e in “Doing Time”.

E le due tracce finali sono davvero tra gli episodi piu’ emozionanti dell’intero “Love Etc.”. “Still I Wonder”, con la voce di Edward Abbiati a cui e’ impossibile rimanere insensibili accompagnata da una melodia vagamente malinconica e la conclusiva “Goodbye goodnight”, ancora una volta un brano minimalista, con la voce di Abbiati e la fisarmonica di Francesco Bonfiglio in primissimo piano per dar vita ad uno dei momenti piu’ entusiasmanti dell’intero disco. Fate il possibile (e magari anche qualcosa di piu’) per ascoltare “Love Etc.”: se amate la musica creata e suonata con il cuore questo disco rimarra’ per lungo tempo nel vostro lettore cd.

Karlo Pulici

TRACKS LIST :

01. How many
02. Love etc…
03. I wanna be
04. You, me, the sky & the sun
05. You and I
06. Happy anniversary
07. Can’t face the distance
08. Wave me goodbye
09. My baby
10. Doing time
11. Still I wonder
12. Goodbye, goodnight

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...