IO NON ESISTO. INTERVISTA A FRANCESCO DE LEO E MORCO DELL’OFFICINA DELLA CAMOMILLA.

Ci sono conversazioni che finiscono nel delirio più totale e in tali conversazioni rientra questa con Morco e Francesco De Leo dell’ Officina Della Camomilla fatta prima del loro live.

103c

Ciao!

Fra e Morco: Ciao!

 Prima dell’Officina cosa c’era?

Fra: Il vuoto. Sicuramente non c’era niente…Ma in che senso prima dell’Officina?

296c

Musicalmente, so che scrivevi qualcosa…

Fra: Si, è partito tutto come progetto strumentale, solo tracce musicali poi, dopo, si è evoluto in canzoni, ho incontrato Morco nella vita…

Morco: Cose che capitano!

Fra: Cose che capitano come sassate…

Morco: Grazie!

Fra: Non lo so, comunque c’erano delle idee, non lo so…Non lo so… Non lo so cosa c’era, boh.

…Vai Spara!

139c

Se doveste descrivere la vostra musica, come lo fareste?

Fra: Strana, storta, diversa,lontana distante…Non lo so… Oblio! Allora, la parola d’ordine è oblio. Siamo davanti alla storia dell’oblio, non si sa dove si va. Questo è il messaggio che c’è, è l’oblio.

Officina = oblio. Momentaneamente.   Il mese di agosto è oblio.

Morco: Oblio momentaneo.

Fra: È un oblio di passaggio, ecco.

122c

Come è nata la collaborazione con la Garrincha?

 Morco: Sostanzialmente è successo che Lodo dello Stato Sociale ci ha sentiti, ha visto qualcosa in questa band e ci ha suggeriti a Matteo Romagnoli che è il capofamiglia di Garrincha; quindi ci ha chiesto se ci faceva piacere entrare a far parte di Garrincha.

Nella canzone ‘La tua ragazza non ascolta i Beat Happening’ si parla di droga, la domanda mi viene spontanea, ma con la droga come state messi?

 Morco: Guardalo! (indicando Fra)

Fra: Bene, molto bene. Abbiamo i nostri fornitori  però non facciamo drogare gli altri ragazzi, non è una cosa positiva la droga. Io sono contro la droga, non bisogna drogarsi nella vita.

152c

E  i rapporti con i fornitori come sono?

Fra: Prima avevamo un pusher interno al gruppo ma adesso è scappato su un vulcano.

È  vero eh, non sto scherzando! Il mio pusher è scappato su un vulcano, hai capito?

Nel senso che è esploso?

Fra: Anche…Non lo so, non lo so…

Morco: È squagliato.

009c

Ci sei tornato nel letto di Charlotte?

 Fra: No. Però questa ragazza esisteva, era il mio primo amore ma non era un amore corrisposto, quando ti  innamori e gli altri ti dicono di no, ecco, era una canzone su questo, sull’amore infantile…Eee, non infantile, sull’amore comunque giovanile; ma non mi piace quella canzone, è orribile. Io la trovo orribile.

176c 

E Londra?

Fra: Anche. Tutte le canzoni che ho fatto mi disgustano, adesso, in questo momento, poi domani mi piacciono, ma adesso mi fan schifo. Non lo so.

E una canzone che ti piace?

Fra: eh, non lo so…Nessuna non mi piace quello che faccio, è difficile…Se fai una cosa non è che ti piace o  non ti piace, la fai e basta, non lo so è una cosa diversa, boh, mi esprimo male in questo momento ma sono cosciente di quello che faccio.

Comunque porco disco c’è anche Morco…Morco vai!

Una canzone, non vostra, che vi piace?

Morco: ‘Sugar Kane’ dei Sonic Youth.

Fra: Una canzone che mi piace?! ‘Quattro frati cavalieri ’ di Francesco De Gregori, ma anche ‘Giovanna D’Arco’ però di  De Gregori, non di De Andrè, la versione di De Gregori, solo quella mi piace.

432c

Le vostre canzoni come nascono?

Fra: Io porto disco deliri e sono musicati, prima nasce il testo e poi la musica ma non è sempre così, cioè sono divisi, io quando scrivo un testo, non lo so… Ci vuole un po’ di tempo, poi in questo periodo ho scritto cose diverse quindi sto cambiando mentalità sulla scrittura: meno parole e più musica.

 

Processed with VSCOcam with p5 preset

E c’è un motivo dietro questo cambiamento?

Fra: Si, non so…Bisogna essere più ermetici, l’ermetismo, a me piace l’ermetismo. I quadri, le mostre di pittura, qualsiasi tipo di pittura: moderna, contemporanea, antica; anche le chiese cose del genere…Però anche l’urbanità mi sta molto a cuore e anche la natura, è tutto mischiato, è tutto bruciato assieme.

 L’ispirazione la prendi grazie alla droga o c’è qualcos’altro?

Fra: No,no… Io prima non mi drogavo, neanche Morco si drogava, lui non si è mai drogato…Ma no, non ci droghiamo mai, siamo persone sagge! Siamo persone che hanno avuto delle tempeste interiori, anche mentali però si va avanti nel naufragio ecco. Andiamo avanti verso questo naufragio, nel buio e nel baratro. Io sostengo questo: siamo nel baratro e, io, non esisto. Detto questo io non esisto, punto.

Artisti con cui vorreste collaborare?

Fra: Calibro 35 tutta la vita! Aspetta, i Calibro 35…fammi pensa’…Non lo so!

Qualche artista straniero, non lo so…Una canzone con De Gregori ma è impossibile, adesso vive troppo nel buio.

Morco: Gianni Drudi!

Fra: Anche Gianni Drudi, dobbiamo trovare il connubio tra De Gregori e Gianni Drudi, sperimentale comunque, sempre all’insegna della sperimentazione e del suicidio, dell’autodistruzione e di tutti questi principi di orrore e decadenza.

302c

Oltre a suonare cos’altro fate nella vita?

Fra: Niente…

*sguardo d’intesa tra Morco e Fra*

Fra: Vagabondaggio! Noi in sostanza siamo una band nomade, costituita sul viaggio, sulla perdizione non c’è una traiettoria, siamo nell’oblio, è lo stesso discorso di prima…Boh, mi piace anche Dino Campana, un casino la poesia, perché leggo anche delle poesie, qualche volta mi piace molto Dino Campana, Sylvia Plath, Athur Rimbaud, ma io non è che leggo i libri i romanzi, leggo solo libri di poesia, gli altri mi stufano. Leggo solo libri di poesia: Eugenio Montale…Eugenio Montale mi piace un casino, basta.

 Poesia preferita di Montale?

Fra: Non lo so, mi piace un casino tutto ‘Ossi di Seppia’ non ne ho una preferita, anche Cesare Pavese mi piace, perché son cresciuto nel Piemonte, sono tra la Liguria e il Piemonte. I Beat Happening Spaccano! E poi basta, ma anche un altro miliardo di cose che adesso non mi vengono in mente, comunque cose antiche, arcaiche e dimesse, cose abbandonate. Mi interessa l’abbandono, in generale nell’architettura e nella poesia… E anche nel mare e le mostre, tutto mischiato. In sostanza tutto il delirio, però un delirio calibrato. Il calibro del deirio, ecco. Tanto non so se si sente ma sto delirando.

Morco: Si!

Fra: collegarsi dall’urbanità alla natura, teletrasporto tipo con la testa, visivo, allucinatorio, cose del genere. Allucinazioni sparse.

408c

Speranze per il futuro?

Fra: La morte.

Morco: Quella è più di una speranza!

Fra: È una certezza! L’unica certezza della vita è la morte.

Morco: E le tasse!

Fra: I soldi, la morte e la violenza. Viviamo in un mondo molto  violento,  e questo oblio calma o almeno ti annulla. Io vivo in uno stadio di annullamento  della persona.

 432c

Di qualcosa di lucido (verso Morco)

Morco: Non posso sono il bassista.

Fra: Io non esisto e lui è il bassista. Io però non esisto.

Morco: Son due cose molto simili.

Sei una presenza?

Fra: Io sono una presenza rara ed inquietante che si aggira tra questi posti, oggi, domani sono ad infestare un’altra…

Morco: Un altro palco.

Fra: Un’altra città, un altro palco ma cos’è il palco? Cosa siamo?

 Illuminaci con una perla.

Fra: No, non ho perle, io son proprio uno da non ascoltare, la persona meno raccomandabile della terra. Non sono responsabile, non sono presente, sono vacuo, lontano nel tempo, sono sparpagliato nel tempo.

Sei abbandonato?

Fra: A me stesso. In un fosso senza fondo, catastrofico, in questo frangente…Dopo sono Waaah! Si chiamano sbalzi d’umore, sindrome borderline…

 Andropausa?

Fra: Anche!

Morco: È un po’ prestino.

Processed with VSCOcam with x1 preset

Denise Brazzale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...