IL TEATRO DEGLI ORRORI @ LATTERIA MOLLOY BRESCIA, 20-11-2015

Dopo una lunga pausa, durata quasi due anni, lo spettacolo de Il Teatro degli Orrori è finalmente tornato in scena. A tre anni dall’uscita del loro ultimo album “Il Mondo Nuovo” la band ha recentemente presentato il suo nuovo lavoro “Il Teatro degli Orrori“, un album composto da dodici brani che analizzano la nostra società e la situazione italiana, con la rabbia e la durezza che contraddistinguono da sempre il gruppo.

Al seguito di un tour di showcase presso le principali città italiane, dove la band ha presentato il nuovo lavoro e fatto ascoltare in anteprima alcuni nuovi pezzi in chiave acustica, il Teatro degli Orrori ha intrapreso un intenso tour che li vedrà suonare in tutta Italia fino alla fine di Dicembre.

La data bresciana del tour si è svolta alla Latteria Molloy. A rompere il ghiaccio i MoRkObOt, trio noise e psichedelico di Lodi che con i loro “deliri musicali” e sperimentazioni hanno creato l’atmosfera perfetta e scaldato il palco e il pubblico per l’arrivo de Il Teatro degli Orrori.

Capovilla e la sua band salgono sul palco e lo spettacolo ha inizio. La prima parte della scaletta è composta dai brani dell’ultimo album che viene suonato per intero. Il pubblico apprezza molto i nuovi pezzi e il pogo si scatena sin dalle prima note. La band sprigiona un’energia incredibile, Capovilla canta, urla e recita i testi delle canzoni con teatralità, il pubblico alza le braccia al cielo e canta a squarciagola.

La seconda parte della scaletta è composta invece da pezzi celebri della band, come “Compagna Teresa“, “Due“, “Il Turbamento della Gelosia” e “E’ colpa mia“. Quando la band torna sul palco dopo una piccola pausa e partono le prime note di basso di “Non vedo l’ora” il pubblico va in delirio, Capovilla sorride soddisfatto e attacca a cantare. Il pogo esplode e tutto il locale intona le canzoni a squarciagola. Tantissime sono le mani al cielo e protese verso il palco, la band da il massimo e l’intesa tra gruppo e pubblico è altissima.

L’atmosfera si calma e con “La canzone di Tom” la band saluta il proprio pubblico che ricambia con energia e calore.

 

Valentina Genna

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...