IMMANUEL CASTO @ ALCATRAZ MILANO, 02.12.2015

Dopo l’uscita e il successo di “The Pink Album“, l’ultimo lavoro di Immanuel Casto, uscito a due anni di distanza da “Freak & Chich”, il Re del Porn Groove è tornato a solcare i palchi dei migliori club italiani con un nuovo tour: “The Pink Tour“.

La data milanese si è svolta all’Alcatraz. Molta era l’attesa per questa serata anche perché Casto aveva annunciato tramite social che alla data di Milano ci sarebbero stati degli ospiti e che lui si sarebbe “dato senza riserve” e così è stato.

Il Casto Divo, di fronte ad un Alcatraz gremito di gente e che rasenta il sold out, da il via alle danze con “Discodildo“, seguono “Sexual Navigator” e “Rosico“. Un inizio in grande stile che scalda subito l’atmosfera. Il pubblico intona le canzoni a squarciagola ed è in balia di Casto che, nonostante le ballerine e le loro coreografie, domina il palco e cattura l’attenzione di tutti.

Primi ospiti della serata sono stati i Soviet Soviet che si sono esibiti in “Oro Rosso e Nero“, brano tratto da “The Pink Album” e realizzato insieme alla band. Altra grande ospite della serata è Romina Falconi che si esibisce con il Casto Divo in “Sognando Cracovia”, “Horror Vacui” e “Crash”, una triplette che scalda ancora di più il pubblico.

A metà scaletta è il momento di “Topazia“. Casto si concede una pausa e legge al proprio pubblico un racconto scritto da lui che si rivela essere il prequel del famossimo racconto “Un piccione nel culo” reso famoso nel tour precedente.

La serata continua e in scaletta si alternano pezzi tratti dall’ultimo album come “Da grande sarai fro*io“, “Social Queen“, “Alphabet of love” e tanti altri tratti dai precedenti lavori come “Zero Carboidrati“, “Anal Beat“, “Che bella la cappella“.

Volano continuamente complimenti e apprezzamenti da parte del pubblico, sia maschile che femminile, e soprattutto dalle prime file per il Casto Divo che ricambia sempre con affetto mandando baci a tutta la sala.

Il concerto si conclude in grande stile con “Tropicanal” e “Deepthroat Revolution” con cui Casto lancia un messaggio al proprio pubblico dicendo che la rivoluzione la si può fare con un gesto semplice, cambiando il mondo partendo da un amico, un fidanzato o, citandolo, un magrebino alla stazione.

Valentina Genna

 

Scaletta:

Discodildo
Sexual Navigator
Rosico
Rosso Oro e Nero (feat. Soviet Soviet)
50 Bocca / 100 Amore
Sognando Cracovia (feat. Romina Falconi)
Horror Vacui (feat. Romina Falconi)
Crash (feat. Romina Falconi)
Freak & Chic
Il sess0 vende sempre
Escort 25
-interludio- Sono Giapponese
Social Queen
Alphabet of Love
Topazia
Zero Carboidrati
An*l Beat
Che Bella la Cappella
Killer Star
Io La Do
Da Grande Sarai Fr*cio
BIS:
Tropicanal
Deepthr0at Revolution

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...