Verdena live@TheCage

12243557_1145059118838236_433008088619113103_n

Il TheCage di Livorno inizia a riempirsi ancora prima che inizi a suonare il gruppo spalla, la serata è sold out e c’era da immaginarselo. Mentre penso che la mia mente è ancora ferma all’album “Wow“, i ragazzi mi chiedono se ho degli accrediti da vendere e non vedevo persone così ansiose di trovare un biglietto dall’ultimo concerto di IggyPop a Milano.

Il tempo vola, Roberto e gli altri dello staff fanno il cambio palco, si accendono le luci e il primo a salire sul palco è Alberto seguito poi da Roberta e Luca.

Endkadenz Vol.2 apre il live con Cannibale e Fuoco Amico, la batteria sembra suonarti da dentro il cuore, le persone nel giro di qualche secondo iniziano a prendere vita, il live è cominciato e come ogni live dei Verdena, sembra di essere in una festa nella propria casa.

Dal binomio dell’ultimo disco, un salto nel passato di “Wow” con Nuova Luce, i fan più affezionati, quelli che li seguono da una vita emanano un’adrenalina unica, quella che solo un fan che segue il proprio gruppo del cuore da anni può tirae fuori.

Il pubblico comprende generazioni intere, dalle ragazzine accompagnate dai genitori fino a persone anche più grandi degli stessi Verdena, i ragazzi vicino a me son venuti addirittura da Londra per sentirli, e tutti sanno le loro canzoni dal primo all’ultimo album, sembra quasi un grande ritorno in famiglia, una piccolo momento dove finalmente puoi cantare le canzoni dei Verdena coi Verdena e con un pubblico così vasto che è la prova di una musica davvero fuori dagli schemi.

La maggior parte della scaletta è  sull’ultimo disco, da Colle Immane fino a Lady Holliwood, Roberta diventa un tutt’uno con il basso, per almeno tre canzoni consecutive la mia attenzione è tutta su di lei. Perchè i live dei Verdena sono così, un’orchestra immensa di tre persone, un’ondata di una musica che nessun altro artista saprebbe fare né tantomeno imitare. La voce di Roberto corre nelle menti di tutti, ogni corpo è ipnotizzato da loro, che nonostante siano passati anni, continuano a rimanere il miglior gruppo che la scena italiana possa permettersi.

Il concerto si chiude con una delle canzoni di Endkadenz vol.1, Un Po’ Esageri, e Waltz del Bounty.
Trovare altre parole per descrivere loro e quello che sanno fanno su un palco è un compito troppo difficile, forse a tratti superficiale, perchè sembrerà scontato ma dei Verdena si può scrivere quel che si vuole ma finchè non si arriva sotto un loro palco o davanti a un lettore cd con il loro disco dentro, non si riuscirà mai a comprendere che loro sono la cioccolata della musica italiana, l’essenza non sarà mai assaporata del tutto.

 

Non vi resta che decidere un giorno e andarveli a sentire, la musica che scorrerà dentro le vostre menti sarà bellissima.

 

Pagina fb: Verdena

 

di Isabella Ferrari

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...