Max Gazzè “Maximilian in Tour” 2016 Alcatraz Milano

C’è “l’animale” da palco e c’è “il timido ubriaco”. Il primo, qualsiasi cosa tu lo metta a fare la fa con disinvoltura. Il secondo no. Ma non per questo uno è più bravo dell’altro.

 

Il live di Max Gazzè inizia così, un  po’ goffamente, mentre cerca di interagire coi bellissimi video, di Nicola Saponaro, sugli schermi alle sue spalle. Ma chi se ne frega! Una volta imbracciato il basso e raggiunto il centro della scena  tutto si fa più disinvolto.

 

10 Febbraio, la seconda data milanese del Maximilian Tour. Due sold out di fila, senza contare gli innumerevoli nelle altre città. Sul palco con lui una band affiatatissima: Giorgio Baldi alle chitarre, Clemente Ferrari alle tastiere, Cristiano Micalizzi alla batteria,e Max De Domenico agli strumenti a fiato.  

 

Al mio arrivo all’Alcatraz il pubblico era tutto seduto per terra ad aspettare l’inizio di quello che poi, per venticinque canzoni, sarebbe stato un viaggio nella poesia di Gazzè. Si, lui è uno dei nostri poeti moderni. Pochi hanno la capacità di trattare temi non facili su melodie che, all’apparenza, possono sembrare semplici. “Nei testi scritti in questi anni con mio fratello c’è sempre stata la tensione a suggerire idee per argomenti seri da rendere fruibili con una certa dose di ironia e, perché no, anche del sarcasmo. Si può essere seri senza essere seriosi e fare dell’ironia senza essere dei pagliacci. La pesantezza è dato dal modo in cui vengono usate le parole che, in ogni caso, possiedono un loro suono specifico da tenere sempre in considerazione.”

 

Il tour di Maximilian abbraccia il nuovo album ma la scaletta ripercorre anche gran parte dei suoi più grandi successi. Live e disco si aprono allo stesso modo con Mille volte ancora. Il romanticismo de Il timido ubriaco, Mentre dormi, L’amore non esiste è stato intervallato da i pezzi più ballabili come Cara Valentina, Sotto casa e La vita com’è . Passando per La favola di Adamo ed Eva fino a Una musica può fare.

 

Si perché “Una musica può fare, cantare lililli o lalalla (maggiore)” . Ma sicuramente può unire le persone in una grande festa come quella di ieri sera. I testi, che Gazzè ci canta in modo semplice, senza troppi fronzoli e con il sorriso sulle labbra sono le nostre poesie moderne. Ognuno di noi le conosce. Ognuno di noi si ritrova nelle sue parole e le canta a squarcia gola insieme all’amico al suo fianco.

 

Tutto è stato leggero, delicato e super godibile. Un bellissimo concerto che ti da’ la voglia di vederlo   una, due mille volte ancora. Per chi è a Milano, non perdetevi l’appuntamento di ottobre al Forum di Assago.

 

25 e 26 febbraio Firenze, Obihall

5 marzo Brescia, Palabanco

12 marzo Riva del Garda, Palameeting

19 marzo Cerea Area Exp

25 marzo Padova, Gran Teatro Geox

1 aprile Foligno, Pala Paternesi

2 aprile Rimini, Velvet Club

27 ottobre Roma, Palalottomatica

29 ottobre Assago (Mi), Mediolanum Forum

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...