BOMBINO ” Azel ” live@Circolo Magnolia

Quello del Desert Blues è un mondo affascinante, un mix di sonorità contemporanee e occidentali che vengono plasmate dalla terra del deserto e, come le rose del deserto, i brani diventano delle creatue multiformi capaci di incantare.

Oggi, uno dei più importanti esponenti di questo genere è un trentenne di Agadez, nato a pane e Jimi Hendrix . Sopratutto è un tuareg berbero a tutti gli effetti e si chiama Bombino.
Da qualche anno oramai sta incantando le platee di mezzo mondo e martedì sera è tornato a Milano sul palco del Magnolia.

Davanti ad un pubblico di giovani e di super specialisti della chitarra Bombino, accompagnato da tre musicisti, ha portato oltre ai suoi successi, il nuovo album Azel prodotto dai Dave Longstreth dei Dirty Projectors.

Album nel quale, oltre ai venti del rock e del blues, si sente una brezza reaggae, soprannominata dalla band Tuareggae. Altra novità del disco, rispetto al precedente Nomad, è la presenza di una voce femminile, quella di Mama Wallet Amoumine, cantante del Mali che fa parte dei Tartit, band di culto tra i tuareg.

Lo scopo di Bombino è quello di provare ad europei e americani che trovare un equilibrio tra tradizione e modernità è difficile, ma non impossibile. Lui canta in tuareg, l’unica lingua in cui sa cantare. Ha imparato a nove anni, con una chitarra dimenticata dai suoi cugini. A soli undici anni, mentre suonava con persone che avevano tre volte la sua età, diventa Bombino, che sta per bambino.

A parte i problemini tecnici de primi tre pezzi suonati in acustica, stemperati dalla simpatia e dall’esuberanza del bassista Youba Dia, qualità nettamente contrapposte alla timidezza di Bombino, il concerto è filato liscio per quasi due ore. La sua musica mischia quella popolare della sua terra e della sua tribu, le sonorità subsahariane con blues rock e chitarra elettrica.

Bombino porta sul palco un concerto interamente improvvisato ed un genere che può non risultare immediato ma la religiosità e il rispetto con cui suona, l’energia che , insieme alla band, riesce a diffondere sul pubblico fanno si che nessuno possa stare fermo e inerme durante un suo live.

Carlotta Otta Garavaglia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...