GIORGIENESS – SIAMO TUTTI STANCHI

siamo-tutti-stanchi-giorgieness-cover-ts1508830834

Dopo solo un anno dall’uscita del primo album “La giusta distanza”, tornano i Giorgieness con un nuovo lavoro che sembra molto più maturo e ragionato. Rispetto al primo album troviamo una maggiore attenzione alla voce ed alle melodie in un susseguirsi di emozioni che parlano della vita di tutti i giorni e della fallibilità umana, che è un po’ il filo conduttore e principale argomento di “Siamo tutti stanchi”.
“Il senso più profondo è di nuovo qualcosa di egoistico e privato, un discorso con me stessa per raccontarmi davvero quello che sento e come lo sento. Sono riuscita però a partire da esperienze personali per parlare di argomenti più ampi e temi sociali che non possono lasciarci indifferenti. Ho scelto questo titolo perché ben rispecchia il periodo storico che stiamo vivendo: stanchezza fisica, stanchezza da occhiaie ma anche e soprattutto quella stanchezza mentale che nasce dalla paura del fallimento. Il disco è una sorta di ode alla fallibilità, intesa come tensione naturale all’errore, da cui, se si ha la voglia e la forza, si può imparare a distruggersi per poi ricostruirsi. Paura del fallimento inteso anche come timore del giudizio e soprattutto del senso di umiliazione che ne consegue” così Giorgie D’Eraclea, voce ed autrice della band, descrive questo nuovo album.
Testi rigorosamente in italiano che descrivono con estrema naturalezza e chiarezza le esperienze quotidiane, in una “lotta” tra problemi e soluzioni agli stessi, esattamente come ci succede nella vita di ogni giorno. Da segnalare i brani “Vecchi” che a mio parere è un po’ il manifesto dell’intero album ed “Umana”, in cui chitarra e voce si intrecciano in un crescendo di emozioni, che certo colpiranno anche i nuovi ascoltatori. Un album davvero sorprendente che a primo impatto può magari sembrare banale o assomigliare a qualcosa di già sentito, ma che ad ogni ascolto si presenta in tutta la sua complessità, con testi molto impegnati ed estremamente maturi in cui tutti si possono rispecchiare se non del tutto, almeno in parte. Passando da un Rock più delicato (per esempio il brano “Fotocamera”) ad uno più ruvido e “sporco” (come ad esempio nel brano “Controllo”), senza tralasciare la parte acustica che conferisce all’album una marcia in più (nel brano “Umana” sopra citato), le melodie sono molto orecchiabili e fanno risaltare appieno la
splendida voce di Giorgie che fa certamente da protagonista assoluta. A mio parere un album consigliato, incisivo, schietto, che farà ricredere anche i più scettici.
Tracklist:
1.Avete Tutti Ragione
2.Calamite
3.Dimmi Dimmi Dimmi
4.Vecchi
5.Essere Te
6.Che Cosa Resta
7.Controllo
8.Fotocamera
9.Umana
10.Mya
Line-up:
•Giorgie D’Eraclea – Voce, Chitarre
•Davide Lasala – Chitarre, Pianoforti
•Andrea De Poi – Basso
•Lou Capozzi – Batteria
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...